Come insegnare a leggere a un bambino in maniera semplice

Come insegnare a leggere a un bambino

Gianni Rodari, un grande scrittore, pedagogista e giornalista italiano, specializzato in  testi per bambini nell’ottobre del 1964 scrisse sul “Giornale dei Genitori”  un articolo dal titolo “9 modi per insegnare ai ragazzi a odiare la lettura. Riflettendo su quanto detto da Rodari in questo articolo, fondamentale  è stato capire che:

-Non bisogna imporre ai bambini di leggere
-Non bisogna trasformare il libro in un’ alternativa alla TV
-Non bisogna trasformare un libro in uno strumento di tortura

Lavorando su questi punti fondamentali, la missione è stata quella di trovare il modo più entusiasmante affinché  i  libri attraessero spontaneamente il bambino come dei veri e propri oggetti magici!

 

fiabe-personalizzate

Nome del Bambino* (Obbligatorio)

Scegli la Fiaba Personalizzata* (Obbligatorio)

Carica una foto del protagonista (puoi allegarla adesso o in un secondo momento)

Inserisci la tua email* (Obbligatorio)

Inserisci il numero di telefono (Facoltativo)

Ti avviseremo con un sms quando sarà pronta l'anteprima.

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy


La grande Novità di  Libro Magico

Grazie alla particolare e nuovissima idea di inserire nelle illustrazioni il bambino stesso, i libri di Fiabe personalizzati che potrai creare oltre ad essere delle vere e proprie opere d’arte diventano dei giochi per imparare a leggere! La cosa davvero interessante è che, grazie all’approccio precoce alla lettura, facilitato dall’utilizzo di un Libro Magico, si consolida nel bambino l’abitudine a leggere e questa abitudine si protrae, crescendo,  nel tempo.

La lettura come stumento di crescita

Il grande scrittore  Dahl, autore de “La Fabbrica di Cioccolato ” e di tantissimi altri libri per ragazzi e bambini, infatti diceva: ” Se riesci a far innamorare i bambini di un libro di due, di tre, cominceranno a pensare che leggere è un divertimento. Così, forse, da grandi diventeranno lettori. E leggere è uno dei piaceri e uno degli strumenti più grandi e importanti della vita.”  Leggere un libro di fiabe ad un bambino e mostrargli le illustrazioni che esso contiene può essere paragonato allo spargere semi in un campo fertile…” Quei semi che sono caduti sul terreno adatto produrranno fiori meravigliosi e alberi gagliardi e così facendo arricchiranno la vita del bambino nel presente e per il resto della sua vita…” (B. Bettelheim, “Il mondo incantato”)

 

Come insegnare a leggere: coinvolgere il bambino nella lettura

Per il bambino l’entusiasmo ed il piacere provocato dalla fiaba dipende molto dall’atteggiamento del narratore verso la fiaba. La nonna che racconterà la storia al suo adorato nipotino, seduto sulle sue gambe, sicuramente comunicherà qualcosa di molto più intenso ed emozionante rispetto a  quello che potrà dare un  libro illustrato letto da solo o che trasmetterà un genitore annoiato che legge per puro senso del dovere. E’ quindi importante, almeno nei primi approcci alla lettura, mostrarsi partecipi della storia. La voglia e il piacere di leggere nasceranno dalla complicità  tra i bambini che ascoltano e l’ adulto che legge. Ovviamente con una vita sempre più frenetica, leggere con i vostri bimbi non è di certo la priorità della giornata, ma gli esperti ribadiscono come questa occasione, anche se sporadica,  sia tanto significativa per l’educazione dei più piccoli, e sia un momento importantissimo per la creazione di uno speciale rapporto emotivo con loro.

Raccontare storie prima della nanna è un bellissimo modo per legare con i vostri bambini, e che vi consente di regalare loro un’immaginario ricco e pieno di avventure. Ma leggere una favola ai più piccoli è un’abitudine che con il tempo si è persa; solo pochi genitori continuano questo rituale, e spesso lo fanno solo una volta a settimana.

Le favole non solo attivano e arricchiscono la loro immaginazione, ma li aiutano anche nel sonno. Ecco quindi qualche informazione e qualche consiglio in più su questa pratica genitoriale spesso messa da parte.

Affinché il vostro bambino si appassioni da subito alla lettura,  questi sono i consigli:

• E’ assolutamente consigliato tenere in braccio il piccolo, in quanto è importante che si instauri tra lettore e ascoltare una relazione fisica piacevole ed affettuosa.
• E’ fondamentale scandire bene le parole che si leggono e modificare il tono di volta in volta in modo da destare continuamente l’attenzione del piccolo.
• E’ importante non obbligare il bambino, ma stabilire la durata della lettura in base all’interesse da lui dimostrato.
• E’ opportuno cambiare attività quando il bimbo manifesta impazienza o calo di interesse, in modo che egli viva questa esperienza come piacevole e libera.
• E’ importante utilizzare l’immagine e la parola come spunto per inventare discorsi con cui stimolare e coinvolgere il bambino. Per esempio, leggendo una pagina con la figura e il nome PANNOLINO, si può descrivere l’illustrazione, parlare del pannolino, di come si cambia, di chi lo cambia, della stanza in cui avviene il cambio…
• Al termine della lettura porgetegli sempre il libro, in modo che lo possa esplorare, rivedere, raccontarselo a modo suo.

I libri per bambini che ti proponiamo si differenziano per le illustrazioni ed i testi in base alle fasce d’età per i quali sono creati.
Ovviamente i testi presenti nel libro adatto a bambini molto piccoli sono molto diversi da quelli adatti a bambini via via più grandi.
Ti consigliamo, quindi, di cercare il libro ed il titolo adatto al bambino al quale lo vuoi dedicare guardando tra quelli che trovi qui a lato.

CARATTERISTICHE DEI NOSTRI LIBRI- LE FIGURE, LE IMMAGINI:

Quello che in questi libri predomina, ed accompagna i testi, è il linguaggio delle figure che sono innovative nel panorama dei libri tradizionali e sicuramente molto sorprendenti per il piccolo lettore. I bambini infatti prediligono tale linguaggio che di solito non è quasi mai tenuto in grande considerazione. Fondamentale è stato per me lo studio e la scelta del tipo di immagini da utilizzare. Esse infatti non sono immagini false e sdolcinate del tipo tradizionale fiabesco. Le immagini che utilizziamo sono del tutto nuove, molto attraenti per i bambini! Trovarsi il protagonista di tali immagini sarà per i piccoli lettori un grande motivo di attrazione e fascino.

39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,70
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,90
39,7049,70

Caratteristiche  dei  libri suddivisi   per fasce  d’età


Nei libri adatti a bambini fino ad 1 anno e mezzo (6-18 mesi)
 i testi sono semplici parole, oggetti di uso quotidiano, accompagnati sempre dal nome del piccolo protagonista. In questi libri vi  sono immagini essenziali,  ben curate ed individuabili immediatamente. La prima chiave di  lettura del bambino a questa età, infatti,  è   l’ immagine, la più semplice possibile. L’ adulto dicendo per esempio “questo è il gatto” (o il cane, la pecora, ecc.), senza accorgersene insegnerà al bambino che esiste una cosa, un oggetto, un animale e la sua riproduzione.

Nei libri per bambini da 1 a 2 anni sono utilizzate brevissime storie elementari nelle quali sono presenti simpatiche filastrocche. Le immagini sono di facile interpretazione e leggermente più ricche di particolari in modo che il bambino, sfogliando il libro, ne sia attratto continuamente durante la lettura.

Nei libri per bambini da 2 a 3 anni il piccolo protagonista diventa ancora più attivo nella storia in quanto sono inseriti dei facili indovinelli che saranno risolti velocemente di volta in volta sfogliando le pagine. Inoltre le figure, in alcuni casi, sono inserite a rovescio proprio perché  questo stratagemma, in questa fase della crescita,  attiverà  ancor di più la sua attenzione!

Nei libri per bambini da 3 a 4 anni il piccolo protagonista diventa parte sempre più attiva della trama e delle immagini. Egli diviene attore consapevole dei sentimenti e delle emozioni provate durante il viaggio fantastico che compie. La trama in questo tipo di edizione nonostante sia semplice e fluida è alquanto avventurosa e divertente! Immagini divertenti e particolarmente interessanti accompagnano la storia.

Nei libri per bambini da 4 anni in su la trama diventa più complessa, articolata e ricca di colpi di scena. Il bambino altrimenti rischierebbe di annoiarsi. In questi libri vi sono immagini abbastanza veritiere, realistiche  e ricche di particolari che destano curiosità ed attenzione stimolando nel modo giusto la fantasia del piccolo.  Ad ogni modo deve essere l’adulto, con la sua voce, a cominciare ad illustrare gli elementi delle immagini e della “storia. Solo più tardi il bambino potrà riviverlo anche da solo attraverso le immagini nelle quali si ritroverà il protagonista. Tutte le fiabe per questa fascia d’età sono comunque scritte in modo chiaro e lineare in modo da permettere una lettura di facile e diretta comprensione per il bambino. Mentre l’adulto legge a voce alta, il bambino in età prescolare seguirà le vicende interpretando e” leggendo” le illustrazioni che assumeranno quindi un’importanza fondamentale. Le immagini usate favoriscono l’immaginazione evitando così che il piccolo si distragga o si annoi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *