Le 10 più belle filastrocche di Pasqua per bambini

Divertenti, originali, a volte profonde: sono le filastrocche di Pasqua per bambini. Scritte sin dai tempi più antichi da grandi poeti e scrittori, sono oggi un modo originale per dare gli auguri di buona Pasqua ad una persona che ami. In questa piccola guida vi proponiamo le 10 più belle poesie di Pasqua che ci sono state tramandate dalla tradizione popolare o da grandi autori moderni e antichi.

In questa speciale raccolta troverai le più belle filastrocche di Pasqua, le più amate dai bambini della scuola dell’infanzia o che frequentano la scuola elementare. Sono un modo originale per accompagnare, ad esempio, i lavoretti pasquali creati a casa o in classe con l’aiuto delle maestre.

Le prime cinque posizioni le abbiamo dedicate ai maestri della nostra letteratura: potrai quindi leggere testi pasquali dei grandi poeti italiani. Le ultime cinque posizioni le abbiamo invece dedicate alle classiche filastrocche per bambini piccoli. Troverai anche un paio di testi scritti in inglese e francese.

 

fiabe-personalizzate
Fiabe personalizzate con foto

Nome del Bambino* (Obbligatorio)

Scegli la Fiaba Personalizzata* (Obbligatorio)

Carica una foto del protagonista (puoi allegarla adesso o in un secondo momento)

Inserisci la tua email* (Obbligatorio)

Inserisci il numero di telefono (Facoltativo)

Ti avviseremo con un sms quando sarà pronta l'anteprima.

Dichiaro di aver letto l'informativa sulla Privacy



INDICE


Le 5 più belle filastrocche per Pasqua

1 – Campane di Pasqua di Gianni Rodari

IL TESTO: Composta a rima baciata, questa prima poesia di Pasqua di Rodari è tra le più amate dai bambini di tutto il mondo. Tradotta in diverse lingue, esprime quel senso di gioia, di festa tipico della Domenica di Pasqua. Con un grande senso religioso le campane ci invitano a tendere la mano al nostro prossimo, a perdonare perché con la Resurrezione di Cristo, il mondo è stato cancellato dal peccato. Solo così può schiudersi la porta dell’amore.

Campane di Pasqua festose
che a gloria quest’oggi cantate,
oh voci vicine e lontane
che Cristo risorto annunciate,
ci dite con voci serene:
“Fratelli, vogliatevi bene!
Tendete la mano al fratello,
aprite la braccia al perdono;
nel giorno del Cristo risorto
ognuno risorga più buono!”
E sopra la terra fiorita,
cantate, oh campane sonore,
ch’è bella, ch’è buona la vita,
se schiude la porta all’amore.

INFO SULL’AUTORE: Gianni Rodari è uno dei più grandi scrittori contemporanei di fiabe per bambiniSono numerosissime le filastrocche di Pasqua scritte da Rodari e che ogni anno vengono utilizzate dai bambini di tutto il mondo. Scrittore, giornalista e favolista, nacque nel 1920 e durante la sua vita vinse diversi riconoscimenti, come il premio Hans Christian Andersen nel 1970. A lui sono dedicate molte vie e strade italiane.

2 – Ultima Cena di Renzo Pezzani

IL TESTO: Si tratta di una breve filastrocca di Pasqua a rima baciata in cui viene riproposta la scena dell’Ultima Cena. Gesù Cristo che mesce il vino e invita a saziarsi della Sua Carne e a bere il Suo Sangue. Invita i suoi discepoli ad andare verso il mondo e portare i valori di giustizia, di fratellanza, di pace e di perdono ai propri fratelli.

Le donne preparano sul desco
un po’ di vino e un po’ di pane fresco.
E Gesù mesce il vino e il pane tocca,
ma prima d’accostarseli alla bocca
dice per tutti le parole arcane:
«Ecco; chi mangerà di questo pane
di frumento, di me sarà saziato,
e chi berrà del vino che ho toccato
del mio sangue berrà, nè più avrà sete.
Poi la bevanda e il cibo spartirete
e verso il mondo col mio cuore, andrete»

INFO SULL’AUTORE: Questa splendida poesia di Pasqua, che si adatta perfettamente al Venerdì Santo, è di Renzo Pezzani, autore e scrittore italiano nato alla fine del 1800. Fu un maestro di scuola elementare negli anni ’20 dello scorso secolo e creò varie riviste come Il Corriere dei Piccoli. Scrisse tantissimi testi per bambini, ancora oggi un vanto della letteratura per l’infanzia italiana.

Pasqua di Ada Negri

IL TESTO: La filastrocca pasquale di Ada Negri è un invito all’amore. Cristo è risorto e il mondo finalmente può cambiare. E’ un invito ad aprire i propri cuori, ad essere come un fiore di primavera, a vivere ogni momento con gioia e con la giovinezza morale di chi fa della bontà la sua ragione di vita.

E con un ramo di mandorlo in fiore,
a le finestre batto e dico: «Aprite!
Cristo è risorto e germinan le vite
nuove e ritorna con l’april  l’amore
Amatevi tra voi pei dolci e belli
sogni ch’oggi fioriscon sulla terra,
uomini della penna e della guerra,
uomini della vanga e dei martelli.
Aprite i cuori. In essi irrompa intera
di questo dì l’eterna giovinezza ».
lo passo e canto che la vita è bellezza.
Passa e canta con me la primavera.

INFO SULL’AUTORE: Poetessa e scrittrice italiana di inizio ‘900, è stata la prima donna ammessa nell’Accademia d’Italia, un’importante istituzione culturale a cui facevano parte i più importanti intellettuali dello scorso secolo. Fu insignita di diversi riconoscimenti e nel tramonto della sua esistenza riscoprì una profonda religiosità.

4- Mio fiume anche tu di Giuseppe Ungaretti

IL TESTO: Non si tratta di una vera e propria poesia di Pasqua, né tanto meno può essere considerata una filastrocca. In realtà si tratta di un frammento che abbiamo estratto dal brano “Mio fiume anche tu”, un inno alla fede in cui il poeta immagina una notte buia, fatta di silenzio e desolazione. Ma non disperata: Cristo infatti è con noi in ogni momento, per una speranza che non deve abbandonarlo mai.

Cristo, pensoso palpito,
Astro incarnato nell’umane tenebre,
Fratello che t’immoli
Perennemente per riedificare
Umanamente l’uomo

INFO SULL’AUTORE: Giuseppe Ungaretti è uno dei più importanti autori della letteratura italiana. Visse il dramma della Grande Guerra, della desolazione e della distruzione che essa ha generato. Nella sua poesia si scorge, dietro un apparente pessimismo per il nostro mondo, un senso di spirituale speranza, unico modo per salvarci dal “naufragio” universale.

5 – Rime Nuove di Giosuè Carducci

IL TESTO: Anche in questo caso abbiamo estratto un frammento di un celebre lavoro letterario. Abbiamo trovato interessante proporvelo come testo pasquale per gli alti valori che disegna con poche semplici parole: una primavera in fiore, gli alberi rinascono, gli uccelli cinguettano. La natura rifiorisce in questa primavera baciata dagli alti valori della Pasqua.

Da i verdi umidi margini
La violetta odora,
ol mandorlo s’infiora
trillan gli uccelli a vol.

INFO SULL’AUTORE: Giosuè Carducci è uno dei poeti e scrittori più famosi al mondo e di cui possiamo essere orgogliosi. Fu infatti il primo poeta italiano a vincere il Premio Nobel per la letteratura. A lui è stato addirittura dedicato un francobollo per il centenario della sua morte. Poeta di fine ottocento, Carducci incarna il perfetto romantico: il valore dato alla natura e al paesaggio, i valori di gloria, amore ed eroismo, lo rendono ancora oggi uno dei poeti più studiati sin dalla scuola elementare.


Le 5 più belle filastrocche per bambini piccoli

Questa seconda parte la dedichiamo invece ai testi meno “impegnati” e più semplici dal punto di vista grammaticale e lessicale. Si tratta di testi scritti magari non da grandi autori, ma che vengono tramandati dalla cultura popolare di generazione in generazione.

6 – E’ festa, è Pasqua!

E’ festa, è Pasqua,
svegliatevi amici!
Le uova a sorpresa,
le rondini e i fiori,
rallegran la Pasqua
di vivi colori.
Ma il dono più bello
per noi tutti è
avere la pace e l’amore
in fondo al cuore!

7 – Buona Pasqua

Buona Pasqua con l’agnello,
con l’ulivo benedetto.
Buona Pasqua con il sole,
con le primule e le viole!
Buona Pasqua con il sole,
con la rondine sul tetto,
con il canto del ruscello!
Buona Pasqua con il mio cuore,
così gaio e piccolino,
buona Pasqua con il Signore.

8 –  Il pulcino

La Pasqua è arrivata e
mi sento emozionata.
Nel mio giardino,
ho trovato un piccolo pulcino… che carino.
Le sue piume gialline,
sono proprio carine.
Vorrei tanto averlo vicino,
nel mio lettino,
così ogni mattina,
gli farei una coccolina.

 9 – Filastrocche di Pasqua in inglese: Bunnies

Bunnies are brown
Bunnies are white
Bunnies are always
An Easter delight.
Bunnies are cuddly
The large and the small.
But I like chocolate ones
The best of them all.

TRADUZIONE: I coniglietti – I coniglietti sono marroni, i coniglietti sono bianchi, i coniglietti sono sempre una delizia di Pasqua. I coniglietti sono coccolosi, i grandi e i piccolini. Ma a me piacciono di più quelli di cioccolata, i migliori di tutti.

10 – Filastrocche di Pasqua in francese: J’ai trouvé un bel oeuf

J’ai trouvé un bel œuf bleu
bleu comme une rivière,
bleu comme le ciel
le lapin l’avait caché
dans l’herbe du pré.

J’ai trouvé un bel œuf jaune
jaune comme de l’or,
jaune comme un canari
le lapin l’avait caché
derrière un pommier.

J’ai trouvé un bel œuf blanc
Blanc comme la neige,
Blanc comme le muguet
Il était au poulailler,
alors moi, je l’ai mangé

TRADUZIONEIo ho trovato un bell’uovo – Ho trovato un bellissimo uovo blu, blu come un fiume, blu come il cielo, un coniglietto l’aveva nascosto nell’erba del prato. Ho trovato un bel uovo giallo, giallo come l’oro, giallo come un canarino, un coniglietto l’aveva nascosto dietro un albero di mele. Ho trovato un bellissimo uovo bianco, bianco come la neve, bianco come mughetto, era nel pollaio e quindi l’ho mangiato.


Le Fiabe e favole personalizzate che potrebbero interessarti…


39,7049,70
39,7049,90
39,7049,90

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *